Word Cloud

L’identità di una città non è mai univoca. Si compone di frammenti diversi di storie, di simboli, di concetti e di valori. Mano a mano che andremo avanti nel nostro percorso raccoglierò qui le parole che andranno a comporre questo tassello:

identità, Bracciano, impegno, volontario, diretto, metterci la faccia, pulizia, decoro, lavoro, aspirazione, sogni, realizzazione, pendolari, braccianesi, nuovi, vecchi, muri, castello, tradizione, innovazione, meteo, previsioni, Vigna di Valle, clima, smog smart smartcity, applicazioni, smartphone, start-up, tolleranza, cultura, cittadinanza, valori

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Deborah ha detto:

    Gruppi di baratto regalo vendita sui social network : non solo oggetti.

    Da alcuni anni seguo con molto interesse i gruppi che di formano sui social network che mirano alla vendita , al baratto e al regalo di oggetti che non si usano più e che vedono una nuova vita con lo scambio e io stessa sono amministratrice di uno di questi . Una caffettiera che non si usa può diventare per qualcun altro un riciclo creativo anche artistico , chi ha pochi soldi vede opportunità di rinnovare guardaroba o casa , chi cerca lavoro può mettere un annuncio con le sue competenze .¸Sono presenti in tutta Italia e hanno preso , nel tempo , un notevole consenso tale da essere menzionati anche sui giornali o in tv. Qual è l’attuale panorama a Bracciano ? Sicuramente di forte impatto , ne sono nati tanti e crescono come utenza e visibilità . Come funzionano ?Generalmente sono un gruppo chiuso dove l’utente si inscrive e l’amministratore/i fa entrare le persone che , seguendo determinate regole postano oggetti che mettono in vendita , in regalo o in baratto . Quale possono essere i molteplici lati positivi ? Risparmio su un prodotto che in negozio mi costerebbe di più , curioso sulle possibilità che il mercato privato può offrirmi , conosco la persona che li posta quindi so che è sicura e affidabile o meno , posso trovare oggetti in regalo molto carini che non mi sarei potuta permettere . I lati negativi : mi avvalgo meno degli esercenti su alcuni prodotti , non sempre la cosa acquistata risulta come da aspettativa e di conseguenza non la posso cambiare , alcuni oggetti sebbene usati vengono venduti al pari del nuovo , come prezzo. Cosa comportano questi gruppi a livello d’impatto sociale ? Una stupenda uguaglianza e informazione . Non sono rari i casi di grande e disinteressato altruismo in cui una persona chiede qualcosa per i figli o per sé stessa e viene circondata da una presenza benefica e utile a livello sia psicologico che materiale . Chiedere non è mai stato reato e , a fronte di difficoltà economiche , si crea un vero circolo di solidarietà che porta gioia in una famiglia . Non solo oggetti quindi . Questi gruppi nascono con un sottofondo di coesione e desiderio di informazione ( si presentano esercenti , professionisti , addetti ai lavori che mai avremmo potuto conoscere se non per caso ) ; coesione perché non è raro che si formino delle belle amicizie che continuano anche e fuori dal contesto social e scopri che quella persona magnifica abita a 50 metri da casa tua . Si abbatte la narcotizzazione da centro commerciale ( che torna sempre utile , beninteso ) , per prendere un caffè e farti due risate con la persona che ti sta proponendo ( o viceversa ) qualcosa . E’ un fenomeno sociale che si espande , tanto che il sindaco di Bracciano ha approvato una delibera in cui prevede che ogni prima Domenica del mese , i soli residenti di Bracciano , non esercenti , possano alla piazza del Comune vendere i loro oggetti , con orario dalle 09.00 alle 19.30. E’ qualcosa di parallelo “ all’economia istituzionale “ e che fa emergere la voglia di essere , di continuare e di darsi da fare , in modo propositivo e coerente , verso l’altro e verso noi stessi . Sono sempre favorevole a nuovi modi di vedere un contesto che si ama e dove si vive , di spaziare con nuove idee , di avere il piacere che queste siano accolte e che possano dare imput di benefica coesistenza . Non solo oggetti , appunto , perché in questi gruppi c’è anche chi perde il cane e poi lo ritrova , chi la borsa , chi il cellulare e ancora si vede quella bella onestà di chi riporta , del grazie , del sorriso . Questo il fattore fondamentale . Opinabile o meno , come ogni cosa infine , anche questo è un modo di vivere Bracciano : delle iniziative private e non retribuite da nessuno che rendono agevole il concetto di scambio e comunicazione .

    Piace a 1 persona

    1. oltreilcastello ha detto:

      Bene molto interessante il tuo commento, perchè non ci raggiungi e ne parliamo nel gruppo https://www.facebook.com/groups/braccianosmart/, magari potrebbe nascere un progetto molto interessante

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...